lunedì 26 ottobre 2015

Recensione: "Regina rossa" di Victoria Aveyard

Buonanotte!
...okay, è ancora presto per dirlo però con questo buio mi sembra già mezzanotte D:
Btw questo weekend avrei dovuto recensire l'ultimo libro letto e invece l'ho passato a divertirmi!
Sento il coro di buuh! levarsi dalle vostre candide vocine ma visto che la tesi mi sta mandando a male e ottobre me lo sto godendo pochissimo, abbiate pietà;
me ne sono andata a Gardaland, che sotto Halloween è bellissimo *o*
Comunque son contenta di star riuscendo a mantenere gran parte degli impegni presi u.u
Quindi, ecco qui la mia opinione su:


Regina Rossa
di Victoria Aveyard


Prezzo: 19,00
Pagine: 432
Serie: Red Queen #1
Editore: Mondadori
Genere: young adult, distopico, fantasy
Data di pubblicazione: 1 giugno 2015

Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, destinata a vivere di stenti e costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali che li rendono simili a divinità. Mare ha diciassette anni e ha già perso qualsiasi fiducia nel futuro. Finché un giorno si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso… Mare rappresenta un'eccezione destinata a mettere in discussione l'intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea promettendola in sposa a uno dei suoi figli. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l'altro e Mare contro il suo cuore. Regina Rossa apre una nuova serie fantasy vivida e seducente dove la lealtà e il desiderio rischiano di esseri fatali e l'unica mossa certa è il tradimento.


«Chiunque può tradire chiunque.»



 Settimana scorsa ho preso coraggio e ho deciso finalmente di iniziare "Regina rossa", il primo libro della trilogia red queen di Victoria Aveyard uscito a giugno per Mondadori. Dico 'ho preso coraggio' perché negli scorsi mesi se ne è sentito parlare molto, in tanti lo hanno letto (soprattutto dopo aver visto il grandissimo successo avuto negli USA, dove è balzato in alto alle classifiche in pochissimo tempo), ma quando è arrivato in Italia, nella stragrande maggioranza delle recensioni che ho avuto il piacere di leggere, non ne usciva un granché bene. L'ho accantonato, con l'idea di iniziarlo a serie inoltrata solamente se avessi riscontrato che ne valesse la pena. Purtroppo, però, il tempo è passato come niente, la curiosità è rimasta. Così, un po' titubante, mi sono approcciata alla lettura...Ebbene, a me è piaciuto moltissimo.
 Mare è una semplice ragazza dal sangue rosso: non ha talenti particolari, non è brava e buona quanto la sorella Gisa, non solo è senza lavoro ma l'unica cosa in cui riesce discretamente sono i furti. Per questo quando, senza aspettarselo, manifesta un potere speciale davanti a tutti i nobili del regno e il suo mondo viene completamente capovolto, non può far altro che restare impietrita e accettare tutte le condizioni che le vengono offerte da re Tiberias per restare in vita. Fa ciò che ritiene giusto.
 Nonostante in alcuni momenti mi sia trovata in disaccordo con le sue parole, condivido le sue scelte e devo dire che come personaggio non mi è dispiaciuto. Mare è ingenua, ma non è stupida. Sa che la sua vita è già abbastanza in pericolo per la situazione creatasi ma decide lo stesso di approfittare della sua nuova posizione a corte per contribuire alla causa della Guardia Scarlatta e aiutare la sua gente, sempre subordinata alla casta argentea e per questo in un continuo stato di povertà.
 Il principe Cal, forse sarò fuori dal coro, ma per il momento proprio non mi piace. Apprezzo la tenacia con la quale difende le sue idee ma penso che l'autrice lo abbia lasciato troppo in secondo piano in questo primo libro e questo fatto lo abbia penalizzato. Non emerge abbastanza da entrare nel cuore del lettore.
 Senza alcun dubbio la caratterizzazione meglio riuscita della Aveyard è il principe Maven. All'inizio non gli davo nemmeno peso, pensavo anzi che non sarebbe entrato nel vivo della storia. Mi sbagliavo parecchio. Le motivazioni delle sue azioni e il suo essere vengono decisamente alla luce nel corso del racconto. Ha una magnifica evoluzione e personalmente lo adoro.
 Certo, alcuni personaggi secondari potevano essere analizzati meglio, ma mi rendo conto che questo stesso volume avrebbe dovuto essere diviso in molti altri per una cosa del genere, quindi non mi lamento.
 So di star rimanendo vaga in questa recensione ma non voglio assolutamente fare spoiler e per l'intreccio della trama mi risulta un po' difficile. Sappiate solo che le idee dell'autrice sono moltissime e si vede, la lettura risulta scorrevole, con uno stile pulito e semplice.
 Il libro nel complesso ha un buon ritmo e per il momento mi sento fiduciosa nonostante ci siano degli argomenti che meritano una spiegazione, come ad esempio il perché vi sia questa differenza di sangue in questo mondo o se esiste una motivazione dietro le diverse abilità. Spero anche che la parte romance venga ampliata. Insomma confido nei prossimi volumi!


Voto: 4 buone fette di incoraggiamento!
Una nuova trilogia tutta per gli amanti di fantasy e distopici :)



Alla prossima! 

3 commenti:

  1. Te lo dico con sincerità: avevo paura di leggere la tua recensione, perché pensavo che sarebbe stata anche questa negativa. Io ci sto sbavando dietro da parecchio, ma mi mordo le mani fino a che non usciranno tutti i libri in Italia. Anche io come te, ho visto in giro parecchie recensioni negative, ma anche a me la curiosità rimane(!). Spero proprio che si muovano a pubblicare gli altri capitoli della serie, non riesco più ad aspettare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero tanto anch'io perché ora voglio proprio vedere come si evolve la storia! Comunque mi sento di consigliarlo quindi appena puoi, anche dopo la pubblicazione del secondo volume, leggilo!

      Elimina
  2. Wow, bellissima recensione *-*
    C’è poco da dire, ho amato questo libro in tutti i suoi aspetti. Dalla protagonista, al world-building, a Col, a Maven, alla corte Argentea, a tutti i personaggi che circondano la protagonista… Geniale, geniale.
    La copertina poi è un’opera d’arte. Si può proprio dire che mi è entrato nel cuore.
    Sorgeremo, rossi come l’alba.
    Rainy
    PS: Se vuoi dare un’occhiata alla mia recensione di questo libro la trovi quiiii :3

    RispondiElimina



♥ Grazie per aver letto fin qui. Ora, lascia un commento! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...